Articolo di Michele Spalletta su Ustation.it del 22 novembre

Tra chi traccia dei punti ben precisi degli interventi da realizzare a chi accenna a linee generali da sviluppare, ecco le idee dei cinque candidati alle primarie di coalizione del centrosinistra sui temi di scuola, università, ricerca e formazione
Un accenno lo fanno tutti in molte occasioni, ma a parlarne seriamente sono veramente in pochi. Parliamo dei temi scuola, università, ricerca e formazione, tanto cari, come slogan, ai politici quanto poco approfonditi quando si parla di programmi, soluzioni e interventi concreti.

Ecco allora che, mentre in tutta Italia si moltiplicano a macchia d’olio le manifestazioni, le occupazioni e le proteste di studenti, docenti e amministrativi del comparto, siamo andati a cercare, nei programmi e nelle interviste, cosa hanno detto i candidati alle primarie di coalizione del centrosinistra, in vista del voto del 25 novembre.

A mettere dei veri e propri punti programmatici sui settori in questione sono stati, fino ad ora, soltanto Matteo Renzi e Nichi Vendola. Il segretario del PD Pierluigi Bersani, pur tracciando i principi sui quali si baserà il suo intervento politico, non offre a suppporto un programma dettagliato.

Più selettivi gli interventi di Laura Puppato, che si concentra maggiormente sulla scuola dell’infanzia e primaria, mentre sono pressoché assenti, fino ad ora, i riferimenti al comparto formazione di Bruno Tabacci.

Advertisements