Luigi Degan

Posts Tagged ‘contratto’

Un regalo per Natale? Un apprendista in azienda

In Afol Milano on December 20, 2012 at 11:15 pm

Un’iniziativa intelligente, nel resoconto dell’Eco di Bergamo
Luigi Degan Afol Milano

Per offrire ai giovani un’opportunità di lavoro più tutelata e meno precaria, per rilanciare lo sviluppo, per combattere la disoccupazione: la Cisl Lombardia lancia la campagna “A Natale fatti un regalo, assumi un apprendista”. “Bisogna puntare sulla forza dei giovani – afferma Gigi Petteni, segretario generale della Cisl Lombardia -. Vogliamo un nuovo apprendista in ogni impresa lombarda: è una piccola scommessa per ognuno ed è la migliore garanzia su cui fondare una ripresa sostenuta dal lavoro”. Le motivazioni e i contenuti della campagna sono stati presentati questa mattina nel corso di un incontro con un centinaio di studenti del Centro di formazione professionale “Padre Piamarta” di Milano. “In questi giorni i giovani della Cisl stanno andando in tutti i territori della Lombardia a consegnare alle aziende il nostro biglietto di auguri, con lo slogan “Un apprendista per un’impresa, un’impresa per un apprendista – ha spiegato Petteni -. Read the rest of this entry »

Pensione ai “precari” : in attesa di una precisazione, ecco come funziona

In Lavoro on October 18, 2010 at 12:43 pm

Luigi Degan e Giuseppe Sabella

Nei giorni scorsi si sono susseguite in rete e su alcuni quotidiani notizie allarmanti in merito al destino previdenziale dei lavoratori parasubordinati. I rumors sono stati attribuiti ad una frase pronunciata dal Presidente dell’INPS, Antonio Mastrapasqua, che, rispondendo ad una domanda formulata durante un convegno dell’Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) e Consumatori, avrebbe detto che “se dovessimo dare la simulazione (on line, ndr) della pensione ai parasubordinati, rischieremmo un sommovimento sociale”.

Secondo queste voci, le parole di Mastrapasqua, significherebbero che tale tipologia di lavoratori non percepirà pensione alcuna, nonostante i versamenti previdenziali effettuati.

In attesa di una precisazione da parte dell’INPS, siamo andati a verificare le regole previdenziali per questi lavoratori.

Nel 1995, presso l’INPS, è stata istituita una Gestione Separata, quindi una specifica forma di previdenza obbligatoria, dove finiscono i contributi di questi lavoratori versati in misura che varia dal 16 al 26,72 % del reddito che deriva dalle attività per le quali è stato sottoscritto un contratto di collaborazione. Per la legge i lavoratori iscritti alla Gestione Separata hanno diritto alla pensione di vecchiaia. Non solo: hanno anche diritto alla pensione di inabilità, all’assegno di invalidità, alla pensione ai superstiti, alla pensione supplementare e al supplemento di pensione. Read the rest of this entry »

%d bloggers like this: