Luigi Degan

Posts Tagged ‘ripresa’

Un regalo per Natale? Un apprendista in azienda

In Afol Milano on December 20, 2012 at 11:15 pm

Un’iniziativa intelligente, nel resoconto dell’Eco di Bergamo
Luigi Degan Afol Milano

Per offrire ai giovani un’opportunità di lavoro più tutelata e meno precaria, per rilanciare lo sviluppo, per combattere la disoccupazione: la Cisl Lombardia lancia la campagna “A Natale fatti un regalo, assumi un apprendista”. “Bisogna puntare sulla forza dei giovani – afferma Gigi Petteni, segretario generale della Cisl Lombardia -. Vogliamo un nuovo apprendista in ogni impresa lombarda: è una piccola scommessa per ognuno ed è la migliore garanzia su cui fondare una ripresa sostenuta dal lavoro”. Le motivazioni e i contenuti della campagna sono stati presentati questa mattina nel corso di un incontro con un centinaio di studenti del Centro di formazione professionale “Padre Piamarta” di Milano. “In questi giorni i giovani della Cisl stanno andando in tutti i territori della Lombardia a consegnare alle aziende il nostro biglietto di auguri, con lo slogan “Un apprendista per un’impresa, un’impresa per un apprendista – ha spiegato Petteni -. Read the rest of this entry »

Investire in Italia (secondo la Banca mondiale)

In Formazione on November 20, 2012 at 10:28 am

E’ stato recentemente presentato a Roma il rapporto della Banca Mondiale “Doing Business in Italia 2013”, che analizza l’impatto delle riforme istituzionali e normative italiane sulle iniziative imprenditoriali, soprattutto di piccole e medie dimensioni. In realtà si tratta di un focus sul Bel Paese, che completa la più generale e nota pubblicazione “Doing Business 2013”, dove l’Italia si classifica al 73° posto su 185 Stati del Mondo.

TORNARE ALLA CRESCITA, ECCO COME SECONDO LA BANCA D’ITALIA – Secondo la Banca Mondiale, il problema centrale che affligge l’Italia è stato ed è tuttora il ritorno a livelli soddisfacenti di crescita economica. In tempo di crisi, è chiaro che tale crescita non può derivare da una insostenibile espansione della spesa pubblica, ma dovrà derivare da un miglioramento dell’efficienza e da un aumento della competitività e della produttività del sistema economico. Read the rest of this entry »

%d bloggers like this: